sabato 7 aprile 2007

Savoir-faire.

L'annusamento della fica, orifizio femminile noto a tutti per rilasciare quegli umori dell'acqua d'uopo a chi segue una diuresi contro i calculini o a chi soffre di varicoceli notturni, è una pratica tanto antica quanto bensana. La praticavano, da che risulta dai tomi della Storia, finanche i babilo-assironesi per mondare le cavità nasali dagli odoracci della guerra e, anche, dalla sinusite con sangue colante dovuta al freddo marzolino. Che là da loro lo scirocco tirava parecchio. Convinto sostenitore della teoria dei corsi e dei ricorsi storici poc'anzi fa accennata dal Vico, non vedo perchè mi dovrei abbassare al non usare tale odorosa pratica. Questo per dire che, di fatto, come ne ho avuto l'occasione, ho dato di quelle sniffate da far tutt'uno col vecchio amico lo sfregiato. E, beninteso, ne ho tratto gran giovamento. Sì, perchè la fica, se capace di impregnare debitamente ciò che pudicamente la ricopre a favore del decoro del demanio pubblico, ha due miracolose proprietà. L'una, appartenente alla tipologia di fica agra, è di rilasciare nel cosmo attorno a sè le sostanze necessarie alla fotosintesi delle piante, dunque a favorire la vita. Olfattando ben bene la guepiere che ha tornito appropriatamente una fica agra se ne trae immediato sollievo, attestabile secondo una formula che gli scienziati del mondo hanno ricondotto ad alcuni numeri e cifre, ovvero E=mc2. L'altra qualità, riconducidibile alla seconda tipologia di fica, la fica asperrima con retrogusto dolciFICAnte, è quella di rilasciare fosforo e, allo stesso tempo, di agevolare la crescita degli spinaci. Pensate un po' il miracolo di natura: il fosforo per la memoria, ovvero l'embrione della cultura, gli spinaci come coattivante di ferro, dunque di forza, saldezza, potenza. Braccio e mente, solidità e intelligenza, tutto questo grazie a un bocciolino di carne che, tanto prezioso com'è, madre natura ha pensato bene di nascondere dietro un triangolino di foresta pluviale estrapolato da quella egoista dell'Amazzonia che ne voleva troppa per sè di boscaglia e dietro il fiume Venere con foce a delta.
L'altro grave problema che affligge l'umanità, e per questo ci son tutte le guerracce che ci sono, è che, fra i pochi che ormai annusano giornalmente fica, non tutti sanno come annusarla appropriatamente per beneficiarne a puntino, e di conseguenza farne beneficiare tutto il genere umano. Bisogna saperci fare, ecco. La mia plurima esperienza ha fornito le basi per permettermi di parlarne. Innanzitutto, l'indumento pulsante fica deve essere odoroso soltanto di quel fragrante aroma e non altro. Non si devono cercare indumenti che odorino anche di cureggine, per farla breve. L'autenticità dell'afrore è il primo passo per il secondo Big Bang della Storia. La seconda e ultima regola fondamentale è che, nel mentre si annusa, si può liberamente prendere la propria ciste di carne in mezzo alla gambe, farla stagionare come col pecorino e continuare a massaggiarla con la mano in su e in giù, proprio come se si stesse adoperando una sega a vapore da falegname. Ma, attenzione, mano destra se la fica è agra, mano sinistra se la fica è nell'altro verso.

In ultimo, il segreto da tramandare a memoria: fica non è l'anagramma di pupù. Peccato, ma va sempre tenuto in considerazione quando si annusa.

21 commenti:

Acidshampoo ha detto...

Sono basito! Ogni post che tiri fuori dal cilindro supera il precedente per bellezza, ispirazione, glamour e bizzarria. Questo andazzo che hai preso, triviale, fra il serio e il faceto, lo trovo a dir poco irresistibile. Questo è uno dei blog più belli della rete, non ci sono cazzi! Te comunque da ora in poi sei "il rorida", sappilo.

fontinaboy ha detto...

Pure il rorida ora, wow!
Per gli americani invece sai chi sono? Sul set mi chiamano "Gepetou" (intendendo, ovviamente, Geppetto). Mica Pinocchio, Geppetto sono andati a pescare.
E ovviamente mi piace da matti.

Stefano ha detto...

A Geppè, ti sei fottuto il cervello, osceno bastardo che non sei altro...!!! I tuoi post sono il trionfo di Freud. Dentro la sua bara, il bavoso sta scuotendo il pugno chiuso, tipo gol dei rigori. Pentiti.

ilmarinaio ha detto...

Caro "Gepetou", te sei sempre più gaddiano. un gaddiano di mare o un gaddiano di quelli che frugano nelle discariche? se sei un gaddiano di mare, cesenatico? o ce se' diventatico? discarico ogni responsabilità da quello che sto dicendo. oltretutto sono all'informagiovani, non mi hanno ancora aggiustato il PC. informo i giovani, tuttavia, che ho letto solo ora la riga finale. ma perché queste righe finali, sempre dis-gustanti?

ti lascio con un proverbio emiliano letto da poco in un romanzo di Morselli: "donna magra, donna agra".

fontinaboy ha detto...

Marinaio, era l'ora che ti rifacessi vivo. Grazie, so' troppo contento, anche se non ho capito un'acca di quel che hai detto.
Ma gaddiano in che senso? No, perche' non ho mai affrontato la questione Gadda e anzi mi spaventa assai, pur sapendo che mi sto perdendo tanto. Fammi sapere in che accezione lo intendi, se perche' Gadda parino c'ha provato a imitarmi ma gli e' ita male o se perche' Gadda non fa rima con Donati e anche questo va preso in considerazione quando si annusa.
In ogni modo, io ormai so' di ritorno. Non vedo l'ora di ritappezzare i vostri display cellulareschi dei famosissimi e, nel tempo, apprezzatissimi sms gratis da Alice e company. Dice che dal 2008, con le migliorie che stanno attuando, cureranno anche il cancro.

fontinaboy ha detto...

Marinaio, mi coglie un dubbio. Non e' che ti confondi con il mio scrittore preferito nonche' amico Cerofolini. No, perche' lui di nome fa proprio Gadda.
Gadda Cerofolini, con i puntini sulle due i.
Magari intendevi lui, che ne so.

fontinaboy ha detto...

Bracco, quali foto lezze?
Ci sono o vignette infantili, o dagherrotipi color seppia o patrimoni dell'umanita' (come L'ORIGIN DU MONDE di Courbet che mostra quel gran miracolo materno e universale della fica spanata nel precedente post). Non vedo foto lezze...
Il puzzo e' l'odore quando puzza, l'odore quando odora. No, due cose basilarmente differenti temo. Il lezzo e il puzzo mi sa invece sono compagni sulla stessa via.

ilmarinaio ha detto...

Donati, te sei gaddiano perché sei barocco: in te l'ornamento si fa struttura.

fontinaboy ha detto...

Fischia, questa colpisce nel segno. Gia' nel mio taccuino inesistente. Grazie.

Nicola ha detto...

Ho aprezzato devo dire la verità. Ottimo post. Nicola

Irene ha detto...

Palazzi vaccacare...

Anonimo ha detto...

Prrrrrrrrr!
Ohh

fontinaboy ha detto...

Irene, ma chi sei e che vòi da me? Capisco solo che non ti è piaciuto il post, e mi dispiace quello e basta. Uffi.
Anonimo, sbraaa! oh-toh!

Anonimo ha detto...

........

Anonimo ha detto...

Oh.So' Bracco..

Anonimo ha detto...

Cioé..Irene=Bracco
Nun te incazzà..

fontinaboy ha detto...

Petti, onsoqui?! Ti ho pure scritto, ma tu mi eviti come il gorgonzola nel reparto formaggi dei frighi comuni.
Oh Bracco, ciao! So' tranquillo, tranquilla.

Anonimo ha detto...

ti evito?? ma che dici?
Petti

fontinaboy ha detto...

Stefano, ti ho scritto anche oggi una mail, ma ti arrivano o no? A sto punto dubito di no, cacchio! Ocommemmai però? Famme sapere che sta cosa va risolta immantinentemente. Mica potremmo usare sto blog per tubare in santa pace come solo noi sappiamo fare.
Consiglio: scarica e installa skype e ci sentiamo con cotesto aggeggio.

Anonimo ha detto...

Robi mi dispiace tanto ma io non ricevo tue email da quando parlavamo di Garrone (o forse ne ricordo anche una in cui chiedevi conferma di ricezione ai tuoi detinatari...). Ci sentiamo presto, così risolviamo... Credo cmq sia un problema di ricezione della mia posta, mi è già avvenuto in passato.. forse skype me lo installano tra un mese a casa. ciaoooo a presto! Petti

fontinaboy ha detto...

Maronna, Stefano, ecco perchè non mi rispondevi. Se dici che l'ultima che ricordi era con conferma ricezione vuol dire che era una mail di gennaio, poichè in America non avevo quell'opzione. Tre mesi senza parlicchiare oh dico io!
Per Skype non viene nessuna bonazza o nessun tecnicaccio romanaccio del telefono a installarlo, devi andare su www.skype.org, scaricarlo e poi installarlo da te. Quaestio di attimi, credimi.
Dove altro ti posso scrivere?